Il presente sito web fa uso di cookie anche di terze parti. Proseguendo nella navigazione si accetta implicitamente il loro utilizzo.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa.

 

e-mailpassword 
Home >> News >> PULIZIA FIUMI: REGIONE LIGURIA
News
PULIZIA FIUMI: REGIONE LIGURIA
13/09/2017

PRESIDENTE TOTI A SINDACO CAVARRA, “FONDI TAGLIATI DA PROVVEDIMENTI CHE PORTANO FIRMA SUO PARTITO. PIUTTOSTO SINDACO CONVINCA GOVERNO A TORNARE SUI PROPRI PASSI”. ASSESSORE GIAMPEDRONE: “REGIONE GARANTISCE COFINANZIAMENTO PER CIRCA 1,5 MLN EURO A COMUNI SOTTO 10MILA ABITANTI”.

GENOVA. “Il sindaco Cavarra prima di scrivere dovrebbe prendere dimestichezza con altre attività: la lettura e la comprensione dei testi. I provvedimenti che hanno tagliato i fondi, a cui fa riferimento, portano entrambi la firma del suo partito, il PD, e in particolare la tanto decantata (da loro) e disastrosa per il paese Legge sull'abolizione delle Province, che ha indirizzato in modo diverso, e tagliato, i fondi di cui il sindaco lamenta la mancanza. Ove il sindaco, con la sua autorevolezza, e il Partito Democratico ligure, con il suo peso, riuscissero a convincere il governo in carica e l'attuale maggioranza a tornare sui propri passi e a metterci una pezza e restituissero agli enti locali i fondi tagliati da leggi nazionali ne saremmo oltremodo lieti. La Regione dal canto suo è già impegnata e lo sarà anche in futuro”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti replica al sindaco di Sarzana Alessio Cavarra sulla richiesta di contributi per la pulizia dei fiumi.

“È paradossale – aggiunge l’assessore all’Ambiente e Difesa del suolo, Giacomo Giampedrone - che il sindaco Cavarra oggi si lanci in questo tipo di richieste, considerato che il suo partito è l’unico responsabile del taglio dei contributi dai canoni demaniali destinati al cofinanziamento degli interventi di pulizia degli alvei minori. Evidentemente non sa neanche di cosa parla. Questa Giunta – prosegue Giampedrone - ha purtroppo ereditato un pesante taglio delle risorse da destinare ai Comuni per il cofinanziamento degli interventi di pulizia degli alvei minori: da due anni dobbiamo fare i conti con una disponibilità di 1 milione e 461mila euro, a fronte dei 6 milioni di euro di contributo complessivo dai canoni demaniali. Questo per effetto di due scellerate leggi, entrambe targate Pd: la legge Delrio e la legge regionale approvata dalla scorsa amministrazione che, recependo la Delrio, ha dirottato oltre 4,5 milioni di euro destinati alla pulizia e manutenzione del territorio sul pagamento dei dipendenti delle Province che sono transitati in regione”. “Detto questo – afferma Giampedrone - a fronte di risorse limitate, abbiamo deciso di destinare il cofinanziamento ai 211 Comuni sotto i 10mila abitanti, ovvero la stragrande maggioranza dei Comuni liguri, che hanno maggiore necessità del nostro contributo per garantire interventi reali ed efficaci. Riteniamo infatti che un comune sopra i 10 mila abitanti, come Sarzana, abbia meno difficoltà dei comuni più piccoli a stanziare le risorse necessarie per gli interventi. Importante precisare che, laddove è stato assegnato, si tratta di un cofinanziamento regionale perché la competenza su questa materia è e resta dei Comuni: le risorse sono destinate alla pulizia e manutenzione ordinarie dei rivi minori e non a interventi di messa in sicurezza idraulica o difesa del suolo sui rivi principali. Trattandosi comunque di un’attività importante, ho già assicurato che, se saranno disponibili risorse residue nella prima variazione di bilancio, le destineremo ai Comuni sopra i 10mila abitanti. Questo – conclude l’assessore all’Ambiente e Difesa del suolo - perché non vogliamo lasciare indietro nessuno. Anche le amministrazioni poco attente ai reali bisogni dei cittadini come quella guidata dal sindaco Cavarra".
INDIETROINGRANDISCI

VISUALIZZA VERSIONE SMARTPHONE

Web Design by Augustogroup - P.IVA 01970880991 - Vietata la riproduzione anche se parziale - tutti i diritti riservati