Il presente sito web fa uso di cookie anche di terze parti. Proseguendo nella navigazione si accetta implicitamente il loro utilizzo.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa.

 

e-mailpassword 
Home >> Eventi >> Siddhartha Prestinari torna ad illuminare
Eventi
Dove vuoi cercare?
Siddhartha Prestinari torna ad illuminare
dal 21/10/2021 al 23/10/2021

il teatro Garbatella di Roma con lo spettacolo
60w
Roma, Teatro Garbatella
21 -22 -23 ottobre ore 21

Ingresso su prenotazione tramite info60w@gmail.com – cell 366 200 3502

Guido Servino e Kostantlee Studio presentano lo spettacolo teatrale 60w, in scena a Roma, al Teatro Garbatella, in Piazza Giovanni da Triora n°15, il 21, 22 e 23 ottobre alle ore 21, di e con Siddhartha Prestinari, regia di Ilza Prestinari, con il sostegno della Rete Artisti Spettacolo per l’Innovazione.

60w affronta la drammaticità dell’Alzhaimer raccontando la favola di un’amicizia tra una donna e una lampadina, in un confronto tra ciò che cela la luce e ciò che rivela il buio. Un buio che lentamente inghiotte i ricordi e che, con la complicità della luce, fa interrogare sull’importanza della memoria che, come una sinapsi, si accende e si spegne correndo sul filo elettrico di una lampadina. Si può vivere senza? Che peso ha la memoria al netto di un’esistenza? “Non trovo niente in questo buio… solo brandelli di me” dice la protagonista in un momento dello spettacolo, e ancora: la luce è sempre una dimensione rassicurante o cela i suoi mostri?
In punta di piedi, usando i pastelli della poesia, si danzerà su queste incognite, accompagnando la protagonista nel suo disordinato ed emozionante viaggio dentro sé stessa, in un linguaggio che vede la mimesi tra la prosa, il mimo e la danza, per raccontare il legame surreale di queste due esistenze, in un cortocircuito tra suoni, musica ed emozioni.

Siddhartha Prestinari, negli ultimi tre anni ha diretto Pino Insegno e Alessia Navarro in “Imparare ad amarsi”, con le musiche di Bungaro; ha scritto insieme a Valerio Groppa e diretto la commedia “Mi inviti a nozze”, che ha visto il debutto del ballerino Samuel Peron; ha scritto e diretto la commedia “Fiori di campo” ed i due cortometraggi: “Il Treno delle otto” e “Interno 5”. Ha organizzato la prima edizione del festival “Silenzio Vivo”, con la partecipazione di Liliana Cavani, regista e sceneggiatrice italiana, tra le figure di maggior rilievo del cinema della penisola.

In 60w, dopo i successi della pìece “Vissi per Maria” di R. D’Alessandro, che ha commosso ed emozionato centinaia di platee, torna a dirigere la figlia Ilza Prestinari, una delle pochissime mimo donna allieva di maestri come Marcel Marceu e J. Tatì, che ha portato in tutto il mondo la sua arte, senza dimenticarci la sua presenza come attrice ne “La Ciociara”, il celeberrimo film di Dino Risi.

Alla realizzazione partecipano anche come aiuto regia Caterina Gramaglia, assistente regia Alessandra Berton, coreografie Laura Scudella, ideazione costume Rosalia Guzzo, light designer Pietro Sperduti, sound designer Luca Sgamas, foto di scena Daniele Cama.

Dopo il debutto di questo spettacolo Siddhartha riprenderà la tournée con Vanessa Incontrada, nella commedia campione di incassi, “Scusa sono in riunione” e concluderà la stagione con lo spettacolo che ha trionfato al Festival di Borgio Verezzi “Tre uomini e una culla” con Giorgio Lupano, Attilio Fontana e Gabriele Pignotta, che firma anche la regia.

Nel frattempo chissà se, alla fine dello spettacolo 60w, vedremo ancora la luce come una dimensione rassicurante, in cui muoversi tra i confini del visibile, ed il buio, o invece come antro in cui soffia costantemente la paura...

Info e prenotazioni
Teatro Garbatella cell +39 366 200 3502 - mail: info60w@gmail.com
Biglietto unico costo 15 euro

Rete Artisti Spettacolo per l’Innovazione è sponsor dello spettacolo teatrale “60w”.

Rete Artisti Spettacolo per l'Innovazione si occupa prevalentemente dell’attività di amministrazione ed intermediazione dei diritti connessi al diritto d’autore di cui alla legge 22 aprile 1941, n.633, agendo nell’interesse dei titolari dei diritti da essa rappresentati e proteggendo i loro diritti ed interessi.
Dopo la firma del mandato, R.A.S.I. provvede a ricostruire, con la collaborazione dell’artista, l’elenco delle opere interpretate, attivando gratuitamente, a disposizione del titolare dei diritti, un servizio “on line” personalizzato di archiviazione dei dati anagrafici, dei diritti maturati e del repertorio delle opere artistiche, accessibile con login e password. R.A.S.I. utilizza una banca dati informatica, regolarmente aggiornata, delle opere e dei titolari dei diritti connessi amministrati.
Ricerca se le stesse opere siano state utilizzate dalle emittenti tv o radiofoniche o in altro modo, negozia ed incassa i relativi compensi, comunica trimestralmente ai titolari dei diritti l’ammontare dei compensi maturati ed effettua con puntualità i relativi pagamenti. Adotta criteri di trasparenza, pubblicità, equità, imparzialità, parità di trattamento e non discriminazione nei confronti degli artisti titolari dei diritti.
Offre servizi sociali, culturali, educativi ai propri artisti iscritti e li sostiene, in riferimento all’art.7 della legge 93 del 1992, con attività di studio e ricerca nonché con azioni di promozione, di formazione e di sostegno professionale.
Assume tutte le iniziative, anche in sede giudiziale, necessarie ed opportune per la tutela degli interessi collettivi degli artisti interpreti esecutori, promuovendo ogni azione necessaria per la repressione di forme illecite di utilizzazione dei diritti gestiti per conto degli artisti e più in generale di ogni attività di pirateria musicale e video.

Web: RASI - Rete Artisti Spettacolo per l'innovazione. Roma.
Mail: info@reteartistispettacolo.it
RASI - Rete Artisti Spettacolo per l'Innovazione | Facebook
INDIETROINGRANDISCI

VISUALIZZA VERSIONE SMARTPHONE

Web Design by Augustogroup - P.IVA 01970880991 - Vietata la riproduzione anche se parziale - tutti i diritti riservati