Il presente sito web fa uso di cookie anche di terze parti. Proseguendo nella navigazione si accetta implicitamente il loro utilizzo.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa.

 

e-mailpassword 
Home >> News >> PARTE DA GENOVA LA RINASCITA DEL MANDOLINO
News
PARTE DA GENOVA LA RINASCITA DEL MANDOLINO
06/12/2018

Il Liceo Musicale Pertini apre alla formazione: assegnata al concertista Carlo Aonzo la prima cattedra. Appello dell’artista internazionale per salvare il
patrimonio storico e musicale di questo strumento.

Molto si è fatto, altrettanto si sta facendo, ma moltissimo si può ancora fare per riportare il mandolino al ruolo di protagonista che spetta di diritto a questo eclettico strumento. In questo concetto si può riassumere il pensiero del musicista Carlo Aonzo, indiscusso punto di riferimento per il mandolino in Italia e all’estero.
Il corso al Liceo musicale Pertini di Genova era atteso da tempo, un successo che getta le basi per un’auspicabile imminente cattedra al Conservatorio e testimonia il processo di rinascita che il mandolino sta vivendo non solo nella patria di Paganini, l’enfant prodige che al mandolino e alla chitarra dedicò parte della sua vita musicale.
Il legame tra Aonzo e la Liguria, sua terra di origine e residenza, è fortissimo, così come quello che unisce il territorio alla storia e alla cultura mandolinistica italiana. Nel 2019, per il secondo anno consecutivo, Genova ospiterà l’Accademia Internazionale di Mandolino e Chitarra e Mandolino e all’iniziativa, con ogni probabilità, verrà collegato un concerto-evento della Giovine Orchestra Genovese, una delle realtà musicali storicamente più importanti nel panorama cittadino e nazionale relativamente alla promozione della cultura musicale di alto livello. Un’orchestra che vanta la direzione onoraria di Arturo Toscanini e che ha ospitato i più importanti interpreti internazionali dal ‘900 a oggi.
Tra le novità più interessanti il Gran Duo, l’ensemble composto da Carlo Aonzo, musicista eclettico, docente e sperimentatore e dal violinista Giulio Plotino, che ha visto il proprio debutto al recente Paganini Genoa Festival. Da questa originale "collisione" culturale nasce un connubio virtuoso tra due anime musicali affini e complementari. I due artisti internazionali danno vita ad un inedito duo, raffinato e intrigante, capace di affascinare il pubblico di ogni età.
Accanto ai progetti musicali Aonzo continua a rivolgere un appello accorato a storici, studiosi, musicisti, istituzioni e agli eredi degli interpreti del mandolino, per raccogliere e preservare l’immensa mole di materiale di grande valore storico che rischia la dispersione e l’abbandono. Sono molti gli spartiti, gli strumenti e gli statuti di antiche orchestre e associazioni dedicate al mandolino che in tutta Italia sono nate e vissute, particolarmente tra la metà del XIX secolo e il periodo bellico del XX. Materiale d’archivio prezioso, che potrebbe contribuire a vivificare il processo di rinascita del mandolino italiano, accrescendo ulteriormente quanto, anche per merito del Maestro Aonzo, già sta avvenendo. Questo per far luce sull’aspetto della società di un tempo che ha segnato profondamente la storia della musica. Un appello rivolto ai giovani, affinché ne diventino consapevoli custodi.
Un impegno che viene riconosciuto ormai universalmente al mandolinista italiano, la cui attività concertistica internazionale diventa sempre più coinvolgente. Imminente la sua perfomance in Australia, in occasione del FAME Mandolin Festival di Camberra, dal 6 a 13 gennaio, “Si tratta di una partecipazione molto piu' ampia che una semplice performance – dichiara Carlo Aonzo – che mi onora moltissimo, in quanto l’avermi assegnato la direzione del Festival e la conduzione dei lavori della convention e di tutti gli ensemble mandolinistici di Australia e Nuova Zelanda, rappresenta per un italiano e per il mandolino un grande esempio della considerazione che in tutto il mondo questo strumento riscuote.”
Sono poche infine le ore che dividono Aonzo dalla Carnegie Hall di New York: l’appuntamento del 9 dicembre celebrerà infatti il mandolino e il suo artista per eccellenza.
Info www.carloaonzo.com
INDIETROINGRANDISCI

VISUALIZZA VERSIONE SMARTPHONE

Web Design by Augustogroup - P.IVA 01970880991 - Vietata la riproduzione anche se parziale - tutti i diritti riservati